• Corso Completo

Giuntatrice

Giuntatrice ad acetone (splicer)

E’ detta anche pressa. E’ un apparecchio che unisce due spezzoni di pellicola. Un apposito registro (dentini) fissa la pellicola su un piano, poi una taglierina provvede al taglio: sulla interlinea per il 35mm, sulla perforazione per il 16mm. I due pezzi vengono uniti uno dal lato della gelatina e l’altro dal lato del supporto. Per ottenere una buona “giunta” è necessario “raschiare” lo strato di gelatina e poi spalmare il collante (acetone): questa operazione richiede la perdita di un fotogramma perché utilizza tutta l’ interlinea; per questa ragione i primi montatori arrivavano al taglio definitivo per gradi: prima un taglio molto “ largo”, poi sempre più ravvicinato a quello che ritenevano il miglior punto di congiunzione. Naturalmente le varie operazioni venivano controllate in proiezione primapressa ad acetone, poi in moviola allo scopo di raggiungere il miglior risultato possibile senza dover ricorrere ad una nuova stampa del positivo. Come si può intuire, ogni taglio richiedeva tempi lunghissimi non solo perché ripetuti ma anche per il tempo richiesto per l’asciugatura del collante. Con l’arrivo della giuntatrice a scotch ( la pressa Catozzo) quella a collante è stata adibita al solo montaggio del negativo.

Sul nastro magnetico il taglio avviene utilizzando una taglierina (montata sull’apparecchio) angolata a 45 gradi. Potete vedere una pressa ad acertone in funzione nel film L’uomo con la macchina da presa di Dziga Vertov.


Giuntatrice a scotch

pressa catozzoDetta pressa Cattozzo dal nome del suo inventore. Anche in questa giuntatrice, la pellicola viene fissata su una serie di dentini a registro. Dopo il taglio, i due spezzoni vengono accostati, sempre sulla base della pressa dallo stesso verso e “giuntati” con lo scotch. Questo metodo non richiede la perdita del fotogramma. Per rinforzare la giunta, si usa utilizzare lo scotch sui due versi, quello con la gelatina e quello del supporto per evitare “strappi” durante le proiezioni, soprattutto per il 16mm.

Sul nastro magnetico il taglio avviene utilizzando una taglierina (montata sull’apparecchio) angolata a 45 gradi.

Per il montaggio vai a

Montaggio, work in progress

Inserisci un commento

Modulo di inserimento