• Luce e Colore

Anna Maria Ferrero

Anna Maria Ferrero: ( Anna-Maria Guerro all’anagrafe di Roma il 18 febbraio 1934) Attrice di cinema, teatro, televisione.
L’esordio avviene  nel 1949 a soli quindici anni, in un film di Claudio Gora (attore e regista, 1913/1998). Esordio importante se si considera che immediatamente dopo sarà chiamata a lavorare con registi di grande talento come Michelangelo Antonioni, Mario Monicelli, Carlo Lizzani, Gianni Franciolini, Dino Risi, Francesco Maselli ed altri ancora. in un solo decennio Anna Maria Ferrero è presente in più di quaranta pellicole in ruoli drammatici, leggeri, comici. Di figura esile con grandi occhi espressivi, l’attrice sembra rappresentare la donna comune, quella di tutti i giorni, una nostra sorella, o la fidanzata conosciuta un’estate al mare; forse per questa ragione la sua popolarità raggiungerà picchi molto alti in particolare nel 1954 con il film Cronache di poveri amanti di Lizzani. Il film avrebbe dovuto vincere la Palma d’oro a Cannes, ma secondo il Presidente di giuria Jean Cocteau alcune personalità della delegazione italiana gli chiesero espressamente di non premiarlo per frenare l’avanzata dei comunisti in Italia (Il film, comunque, ricevette il premio speciale della Giuria e in Italia il Nastro D’argento per la musica e la scenografia). L’anno successivo l’attrice  è accanto a Totò nel film fra i più tartassati dalla censura, ovvero Totò e Carolina. Dal 1953,  la Ferrero farà  parte della più prestigiosa compagnia teatrale, quella di Vittorio Gassman con cui rimarrà per alcune stagioni, fornendo alcune delle sue più importanti  e intense prove nella interpretazione dei  di classici Accanto a Vittorio Gassman e da lui diretta,  la Ferrero interpreta nel 1956 una straordinaria  Anna Damby nella versione cinematografica del dramma Kean, genio e sregolatezza. Con Vittorio Gassman l’attrice vivrà una tempestosa storia sentimentale che diverrà pubblica  nel 1954  (ma secondo Gassman la storia non era ancora iniziata) quando la seconda moglie dell’attore,  l’americana  Shelley Winters piomberà con una forbice in mano sul proscenio del Carlo Felice di Genova cercando di ferire la rivale ma Gassman si frappone con il suo corpo fra  le due attrici. La relazione comunque tempestosa si protrarrà sino al 1960, quando Anna Maria Ferrero  incontra Jean Sorel. I due si innamorano e si sposano nel 1962 e l’attrice abbandona tutto per andare a vivere a Parigi,  nell’intento di costruirsi una famiglia. Purtroppo non riuscirà ad avere un figlio,  cosa che sarà motivo di attrito fra i due. Attriti comunque   smentiti dalla coppia che oggi è ancora insieme. Anna Maria Ferrero romperà la sua assenza dal set  per recitare in Controsesso, regia di Franco Rossi, nell’episodio: ” Cocaina di domenica”

*

*

FILMOGRAFIA

1949: Il cielo è rosso, regia di Claudio Gora

1951: Il conte di Sant’Elmo, regia di Guido Brignone/ Il Cristo proibito, regia di Curzio Malaparte / Domani è un altro giorno, regia di Leonida Moguy /Lorenzaccio, regia di Raffaello Pacini /Le due verità, regia di Antonio Leonviola 1952: Lo sai che i papaveri, regia di Metz e Marchesi / Ragazze da marito, regia di Eduardo De Filippo / Canzoni di mezzo secolo, regia di Domenico Paolella

1953: Fanciulle di lusso, regia di Bernard Vorhaus / Febbre di vivere, regia di Claudio Gora / Giuseppe Verdi, regia di Raffaello Matarazzo /  Le infedeli, regia di Steno e Monicelli / Napoletani a Milano, regia di Eduardo De Filippo / Siamo tutti inquilini, regia di Mario Mattoli / Villa Borghese, regia di Vittorio De Sica e Gianni Franciolini / I vinti, regia di Michelangelo Antonioni

1954: Cronache di poveri amanti, regia di Carlo Lizzani / Una parigina a Roma, regia di Erich Kobler / Guai ai vinti, regia di Raffaello Matarazzo / Totò e Carolina, regia di Mario Monicelli

1955: La vedova X, regia di Lewis Milestone / Canzoni di tutta Italia, regia di Domenico Paolella / Il falco d’oro, regia di Carlo Ludovico Bragaglia / Guerra e pace, regia di King Vidor / La rivale, regia di Anton Giulio Majano / La vedova X, regia di Levwis Milestone

1956: Giovanni dalle Bande Nere, regia di Sergio Grieco / Suprema confessione, regia di Sergio Corbucci / Kean: genio e sregolatezza, regia di Vittorio Gassman e Francesco Rosi

1958: Capitan Fuoco, regia di Carlo Campogalliani

1959: La notte brava, regia di Mauro Bolognini / Le sorprese dell’amore, regia di Luigi Comencini

1960: I delfini, regia di Francesco Maselli / Gastone, regia di Mario Bonnard / Il gobbo, regia di Carlo Lizzani /L’impiegato, regia di Gianni Puccini / Il mattatore, regia di Dino Risi / Austerlitz, (La battaglia ad Austerliz), regia di Abel Gance / Capitan Fracassa, regia di Pierre Gaspard-Huit / Un giorno da leoni, regia di Nanni Loy / L’oro di Roma, regia di Carlo Lizzani / Una domenica d’estate, regia di Giulio Petroni / Un marito in condominio, regia di Angelo Dorigo / Culpables, regia di Arturo Ruiz Castillo (il film non risulta inserito nell’archivio dell’Anica Agis) / 1964: Controsesso, episodio Cocaina di domenica, regia di Franco Rossi

Doppiaggio: L’attrice recitò quasi sempre con la sua voce a differenza della maggioranza delle sue colleghe dell’epoca, tuttavia è stata anch’ella doppiata. Le attrici che le hanno prestato la voce sono state: Maria Pia Di Meo in Febbre di vivereLa rivale, Cronache di poveri amanti e Il falco d’oro/ Fiorella Betti in Capitan fuoco / Germana Calderini ne Il cielo è rosso /Rina Morelli in Guai ai vinti / Rosetta Calavetta in Fanciulle di lusso e Una parigina a Roma / Renata Marini in Giuseppe Verdi


Inserisci un commento

Modulo di inserimento